La Exxon nel mirino della Royal Society

La Exxon è riuscita a far arrabbiare, dopo schiere di ambientalisti e climatologi, anche la pacata Royal Society. L’antica istituzione scientifica britannica ha accusato la multinazionale petrolifera di diffondere informazioni inaccurate e fuorvianti sul cambiamento climatico, oltre che di finanziare abbondantemente una serie di think tank – composti più da professionisti dello spin che da scienziati – dediti ad annacquare il dibattito internazionale sul riscaldamento globale.

There is a “false sense somehow that there is a two-sided debate going on in the scientific community” about the origins of climate change, said Bob Ward, the senior manager for policy communication at the Royal Society.

E chi ha prodotto questa falsa impressione? L’idea secondo la quale non sarebbe del tutto assodato che le attività umane (ovvero le emisisoni di gas serra) contribuiscano sostanziosamente al global warming? Ma la Exxon, ovviamente, visto che nel 2005 ha speso 2,9 milioni di dollari per nutrire le attività pseudo-scientifiche di 39 di questi gruppi.

Di questa attività ‘filantropica’ della multinazionale si sapeva già da tempo. Ma oggi anche la Royal Society ha perso la pazienza.

technorati tags:, ,

Blogged with Flock

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...