Spie, terrorismo, sms e MySpace

Bisogna stare attenti con i blog. E ancora di più con i siti di social networking.

Una quattordicenne della California ha infatti avuto la malaugurata idea di mettere, sulla sua pagina personale di MySpace, una foto dell’attuale presidente americano con sopra la scritta ‘Kill Bush’.  E’ vero che poi ci ha ripensato – forse scoprendo che poteva costituire un reato federale – ma i servizi segreti sono stati più veloci, e non si sono fatti sfuggire la minacciosa paginetta dell’adolescente.  La ragazza, Julia Wilson per la cronaca, ha dunque ricevuto, mentre si trovava a scuola, la visita di due agenti che l’hanno interrogata senza la presenza dei genitori,  e con modi piuttosto duri.

Ora io mi domando:  l’episodio nasce dall’ossessione americana per i nemici di Bush o da quella per il sito di Murdoch?

E soprattutto: davvero la madre, dopo aver aperto la porta di casa ai due agenti che cercavano la ragazza, in quel momento a scuola, ha mandato alla figlia un sms?
E davvero questo diceva: “Ci sono due uomini dei servizi segreti che ti vogliono parlare. Pare che tu abbia minacciato di morte il presidente Bush”?

Scusate, ma come sms è strepitoso… Gli americani non finiranno mai di stupirmi…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...