Paese che vai, censura che trovi

Qualche anno fa solo pochi Paesi censuravano l’internet (o comunque in pochi lo facevano in modo efficace). Poi la Cina ha dato il (cattivo) esempio, e da lì il virus della censura si è esteso ad altri Stati.

Non solo. La repressione della libertà di espressione online, oltre a essersi diffusa, è diventata più sofisticata, e davvero meriterebbe un bello studio internazionale. Infatti, sebbene varie organizzazioni periodicamente rilascino informazioni sullo stato di salute della libertà del web in diversi Stati (ultime quelle di Reporters sans frontieres con la lista dei nemici della Rete), mancava fino ad oggi una panoramica dettagliata e comparata.

Ci hanno pensato quelli di OpenNet Initiative, che stanno lavorando alla Bibbia della censura e dei sistemi di filtraggio su internet. Un lavoro globale e sistematico che verrà probabilmente pubblicato la prossima primavera, e di cui Wired oggi dà alcune anticipazioni.

Ad esempio, la nazione con il filtraggio più ‘trasparente’ è l’Arabia Saudita, che spiega online quale informazione viene bloccata e perché. Come dire: lo faccio proprio per il tuo bene, anzi, se hai delle segnalazioni al riguardo facci sapere.

Più subdolo il Vietnam: dice di censurare contenuti sessuali ma finisce col mettere il bavaglio a siti critici verso il regime.

In Tunisia invece pensavano di aver escogitato una soluzione di geniale mimetismo: mascheravano le pagine web filtrate in guisa di finti messaggi di errore, riproducendo la nota 404 error page di Internet Explorer. Peccato che i ricercatori di OpenNet utilizzassero altri browser…

Infine ci sono nazioni – come il Kirgyzstan – dove sono stati usati attacchi di denial of service contro i siti dell’opposizione poco prima delle elezioni.. Certo, in questo caso è più difficile ricondurne la responsabilità ai governanti, anche se questi ne sono stati favoriti. E poi si può sempre addossare la colpa ai fantomatici hacker…

technorati tags:, ,

Blogged with Flock

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...