Indigeni alla ribalta

I Mapuche in Cile reclamano la loro lingua, il Mapudungun, contro la Microsoft, colpevole di aver commercializzato un Windows nel loro idioma. Ne parla oggi esaurientemente il mio amico Mastro, e quindi non aggiungo altro sulla questione. Vorrei tuttavia segnalare come sia sempre più diffuso e deciso il tentativo, da parte delle popolazioni indigene, di rivendicare (e in molti casi recuperare quasi del tutto) la propria identità.

In Perù, ad esempio, gli abitanti della regione di Ayacucho, un’area pesantemente colpita dai ventennali conflitti armati che hanno insanguinato il Paese, stanno portando avanti una causa duplice: la lotta per non essere trascurati nell’assegnazione di riparazioni e benefici da parte del governo si lega alla possibilità di usare la propria lingua, il Qechua, nei documenti e nei certificati ufficiali.

In Brasile invece gli indios sono improvvisamente aumentati. Non per un boom demografico, bensì per una maggior autoconsapevolezza: sempre più persone reclamano le loro radici indigene.

Infine, una famiglia di Inuit dell’Alaska ha fatto causa al governo americano per non aver ricevuto un compenso adeguato per lo sfruttamento delle loro terre (e delle riserve di petrolio) da parte della BP.

Insomma, ci troviamo di fronte a un crescente attivismo indigeno. Ma è veramente così o è la globalizzazione (con il suo mutamento di prospettiva e di gusto) che ce lo fa apparire come tale? Voglio dire, forse questo attivismo c’è sempre stato ma nessuno se lo filava…

O forse (ipotesi peggiore) è quel nostro (occidentale) mai defunto gusto per l’esotico, oggi riconfezionato e rinvigorito dalle trasmisisoni televisive e dalle agenzie di viaggio, che aiuta gli indigeni a fare notizia?

technorati tags:, , , ,

Blogged with Flock

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...