L’Europa migliora i cellulari

I cellulari stanno diventando un po’ più verdi e il merito è degli standard adottati dall’Unione europea, in particolare dalla direttiva entrata in vigore a metà 2006 – Restriction of Hazardous Substances (RoHS) – che ha bandito dalle apparecchiature elettriche ed elettroniche l’uso di materiali tossici come il piombo, il mercurio e i ritardanti di fiamma brominati, un particolare gruppo di agenti chimici contenenti il bromo. Tutte sostanze pericolose se disperse nell’ambiente, specie se iperalimentate anche dall’accumulo e la veloce sostituzione dei telefonini.

La conseguenza del bando europeo è stata che i maggiori produttori di cellulari – Nokia, Motorola, Samsung, LG, and Sony Ericsson, i quali coprono l’80 per cento del miliardo di telefonini venduti l’anno scorso – si sono dovuti adeguare perché sarebbe stato troppo complicato costruire apparecchi fatti con materiali diversi a seconda dei diversi standard. Insomma, l’Europa per una volta (e speriamo che lo faccia sempre di più) detta la linea, anche se il risultato immediato è stato di fare dell’America Latina una pattumiera high-tech più di quanto già non sia.
Ma forse sarebbe l’ora di fare uno sforzo ben superiore nel riciclo (e nel riutilizzo) di tutti questi telefonini, che – ci dicono i dati – in media gli utenti cambiano ogni 18 mesi…

technorati tags:, , ,

Blogged with Flock

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...