Una storia basata sulle mail?

Da che scienza è scienza gli scienziati si sono scritti molte lettere, che oggi sono manna per gli storici impegnati a ricostruire relazioni, motivazioni, riflessioni e percorsi mentali dei ricercatori più importanti. Una bozza scritta (e mai spedita) di Niesl Bohr ha recentemente illuminato le circostanze di un famoso e misterioso incontro avvenuto nel 1941 fra lo stesso Bohr e Werner Heisenberg (due dei fondatori della meccanica quantistica) nella Danimarca occupata dai nazisti.

Ma di che si nutriranno gli storici del futuro? Useranno come loro fonti le e-mail? Se lo chiede Robert Crease, e l’interrogativo non è retorico né frutto di un novecentesco romanticismo che si compiace di archivi bui polverosi e ingialliti. La questione è quella della durata e della conservazione dei dati digitali: quanto possiamo contare sulla posta elettronica e chi ci assicura che quanto documenta non scomparirà insieme al server che la contiene? Che longevità hanno le informazioni digitali?

“Abbiamo carta del 2000 avanti Cristo – dice uno storico dell’American Institute of Physics – ma non possiamo leggere la prima mail inviata nella storia. Abbiamo i suoi dati e il nastro magnetico, ma il formato è andato perduto”.

Il problema ha ispirato vari progetti di archiviazione dei dati elettronici, il più famoso è l’Internet Archive, mentre in campo scientifico ci sono il Persistent Archives Testbed Project e il Dibner–Sloan History of Recent Science and Technology Project (quest’ultimo incorpora anche informazioni sugli scienziati coinvolti per contestualizzare al meglio i documenti).

I fisici dunque si stanno preoccupando della preservazione dei loro scritti, anche quelli più informali. Mi chiedo cosa faranno gli storici del costume e della società, quelli che spulciano anche le corrispondenze della gente comune: dove andranno a recuperare il materiale necessario per i loro lavori?

Viviamo in un tempo paradossale, in cui da un lato rischiamo di non avere memoria delle nostre comunicazione private, dall’altro di esporre continuamente i nostri dati all’indiscrezione dei contemporanei.

technorati tags:,

Blogged with Flock

One thought on “Una storia basata sulle mail?

  1. credo sia partito da una concezione della comunicazione (contemporanea)errata
    penso che essa (la comunicazione) oggi non possa avere lo stesso significato (e direi VALORE) di quella tra Heisenberg e Bohr… neanche se ai tempi nostri ci fossero Galileo e Heinstein contemporanemante!
    Se non abbiamo memoria, come tu dici, delle comunicazioni è perchè non attribuiamo valore alla stesse.
    Non voglio dilungarmi perchè, il mio, è un semplice commento che andrà perso e dimenticato da me stesso: figurarsi dagli altri….
    A supporto di quello che dico porto questa mia idea: i discorsi verbali tra i due scienziati di inizio secolo non sono sicuramente stati registrati, saranno morti con loro. Lo scritto oggi, compreso il mio di questo istante, è anche un mezzo tanto frequente e informale (questi due aggettivi non puoi negarli perchè si scrivono sms, messaggi di umore, mms… si scrive più di quanto si parli) quanto privi di valore sono stati i discorsi informali all’epoca.
    Alla corrispondenza mantenuta nella storia era attribuito un valore dagli stessi autori: essi la conservavano.
    Quella che tu indichi è piuttosto una mania di conservare tutto, tanto, in formato elettronico, non costa niente.
    Siamo noi stessi, sapiens non a caso, a riconoscere valore ad alcune determinate comunicazioni e a conservarle: sicuramente non le conserviamo in un database accessibile da internet.
    Mi autopunirò se mi dimostrate, con ipotesi dimostrazioni e tesi scritte in un formato archiviabile, che sbaglio.
    saluti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...