Fastweb, attivazione infinita

Rimango sempre allibita quando un’azienda si comporta come se non fosse interessata all’acquisizione di nuovi clienti. Mi chiedo se non sia l’ennesimo di quei tratti di italianità di cui faremmo bene a liberarci. Lo dico perché le esperienze che ho avuto all’estero di attivazione di servizi filavano lisce come l’olio.

Sta di fatto, e qui vengo al casus belli, che da oltre un mese sto cercando invano di passare da un operatore telefonico (Vodafone) a un altro (Fastweb), senza esserci riuscita. Sinceramente ancora non ho capito quale sia il problema, e soprattutto nessuno mi ha mai detto che ci potesse essere un problema: semplicemente l’attivazione veniva rimandata di dieci giorni in dieci giorni, per difficoltà sempre diverse a seconda dell’impiegato di call center con cui parlavo.

Ironia della sorte, proprio per agevolare il passaggio, inizialmente ho aperto la pratica attraverso un rivenditore di Fastweb, un commerciale in carne e ossa. Ma a quanto pare non è servito a nulla, se non a complicare la faccenda. Morale della favola: quando passate a un nuovo operatore chiedetegli subito dei tempi certi e precisi di attivazione. Se non ve li danno o non li rispettano, tanto vale provare subito con un altro.

Annunci